Toner e cartucce esauste (rifiuto speciale non pericoloso CER 08.03.18)

Secondo il D.Lgs. n. 152/2006, art. 184, comma 2 Caratteristiche delle cartucce dismesse :

  • non sono rifiuti speciali assimilabili agli urbani;
  • non possono diventare rifiuti speciali assimilati agli urbani;
  • non sono rifiuti di imballaggio;
  • non sono rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE).

 

Perché l’obbligo di smaltire toner e cartucce esausti?  Le cartucce a getto d’inchiostro e toner per stampanti laser e nastri danno origine a rifiuti speciali non pericolosi, classificati con CER (Codice Europeo Rifiuti) 08.03.18.

I D.Lgs 152/06 e 205/10 (e successive modifiche) stabiliscono che i produttori di rifiuti speciali, cioè tutti i soggetti sottoposti a partita Iva (quindi Aziende, Uffici, Professionisti, Studi medici etc etc ) hanno l’obbigo di smaltire correttamente i rifiuti prodotti e di dimostrare l’avvenuto smaltimento.

 

Come si procede allo smaltimento? Le aziende hanno la facoltà di raggruppare toner e cartucce vuote presso la propria sede, raccogliendoli all’interno di appositi contenitori (Ecobox) per un periodo massimo di 12 mesi, oltre i quali scattano gli obblighi di smaltimento secondo le procedure stabilite dalla legge (Art. 183 comma 1 lett. M) del D.Lgs. 152/2006 e D.M. 22 Ottobre 2008).

Possono provvedere al trasporto ed allo smaltimento solo i soggetti autorizzati.

 

Quali sono gli adempimenti burocratici necessari? Al momento del ritiro l’azienda deve ricevere la prima copia del formulario di identificazione rifiuti ( F.I.R. ) che certifica l`avvenuta presa in carico del rifiuto. Il formulario d’identificazione rifiuti si compone di 4 copie: la prima resta al produttore del rifiuto, le altre tre copie sono prese in consegna dal trasportatore per tutta la durata del trasporto fino al conferimento ad impianto autorizzato. La seconda copia rimane all’operatore dell’impianto di recupero/smaltimento, la terza viene mantenuta dal trasportatore e la quarta deve essere restituita al produttore entro 90 gg dalla presa in carico del rifiuto dall’impianto di conferimento. Il produttore del rifiuto dovrà conservare questo documento per 5 anni, segnalando dove è conservato e indicare sullo stesso, nello spazio riservato alle annotazioni, l`esonero dall`obbligo di tenuta del registro di carico e scarico. (La compilazione del registro di carico e scarico è obbligatoria per i soggetti che smaltiscono rifiuti pericolosi e per le aziende che producono rifiuti speciali derivanti dalle attività artigianali, industriali.)

Esistono sanzioni per i trasgressori? Esistono sanzioni amministrative di carattere pecuniario (da € 2.600 a € 15.500 per rifiuti non pericolosi e da € 15.500 a € 93.000 per i rifiuti pericolosi) – Inoltre esiste una sanzione amministrativa accessoria della sospensione da un mese a un anno dalla carica rivestita dal soggetto responsabile dell’infrazione e dalla carica di amministratore.

Ecco le nostre proposte.

Contratto 1. Prevede il servizio di 1 ritiro all’anno di 1 Ecobox da cm 30x30x70  € 89.00 +iva

Contratto 2. Prevede il servizio di 1 ritiro all’anno di 1 Ecobox da cm 40x40x70 € 115,00+iva

Contratto 3. Prevede il servizio di 1 ritiro all’anno di 2 Ecobox da cm 30x30x70  € 145,00+iva

Contratto 4. Prevede il servizio di 1 ritiro all’anno di 2 Ecobox da cm 40x40x70  € 185,00+iva

Contratto 5. Prevede il servizio di 2 ritiri all’anno di 2 Ecobox da cm 40x40x70   € 300,00+iva

 

Cosa aspetti? Mettiti in regola con la normativa!

Con soli 25 centesimi al giorno, eviti

MULTE e SANZIONI ACCESSORIE!!!

Vale la pena rischiare per così poco?

 

Chiama in Azienda oppure invia mail a info@tech-trade.it chiedendo maggiori info.

Sarai contattato da un nostro incaricato che ti spiegherà il servizio nei dettagli.

diventa_cliente

eco

TECH TRADE SRL ha perseguito sin dai primi anni di attività una politica aziendale rispettosa dell’ambiente e della salute dei consumatori.

Si adopera per promuovere ogni iniziativa utile a sostenere lo sviluppo e il progresso dell’industria italiana della rigenerazione dei “Consumabili da Stampa”, salvaguardandone in termini di produzione, l’aspetto “Qualitativo, Ecologico-Ambientale e Socio-Economico”, nel rispetto dello slogan “QUALITY GO GREEN: FUTURE IS IN OUR HANDS”.

 

SAREMO PRESENTI ALLA FIERA DEL BIG BUYER 2019